VOLETE RIVITALIZZARE IL VOSTRO PC? 

Tra i fattori da considerare quando si vuole rivitalizzare un computer con qualche anno di onorato servizio sulle spalle, ci sono sicuramente gli SSD e le RAM, che giocano un ruolo fondamentale nella determinazione delle prestazioni complessive del sistema. Tuttavia, è essenziale trovare un equilibrio tra RAM e SSD per evitare rallentamenti e garantire un funzionamento armonioso. Molte persone, specialmente quelle alle prime armi, spesso confondono i due tipi di memorie; vediamo le differenze fondamentali.

SSD vs RAM

  • SSD (Solid State Drive): memoria di archiviazione primaria, dove risiedono il sistema operativo, i programmi e i file personali. Offre velocità di lettura e scrittura nettamente superiori rispetto ai tradizionali HDD (Hard Disk Drive), garantendo avvii rapidi, caricamenti istantanei e maggiore fluidità generale.
  • RAM (Random Access Memory): memoria volatile che immagazzina temporaneamente i dati utilizzati dai programmi in esecuzione. Permette un accesso rapido e immediato alle informazioni, favorendo multitasking efficiente e prestazioni fluide. Maggiore è la RAM, più operazioni il PC può gestire contemporaneamente senza rallentamenti. Ovviamente non è solo la capacità della memoria a incidere sulle prestazioni, ma anche altri parametri.
  1. La velocità di clock. La velocità di funzionamento della memoria RAM, espressa in MHz.
  2. Il tipo di memoria. Ci sono diversi tipi di memoria RAM, tra cui DDR3, DDR4, DDR5, Single Channel, Dual Channel, per rimanere su quelle più recenti.
  3. La tensione di alimentazione. L’etichetta indica la tensione di alimentazione richiesta dalla memoria RAM per funzionare correttamente.
  4. Le temporizzazioni: per ottimizzare le prestazioni della RAM bisogna capire cosa sono i timing (quei numeri che si trovano dopo l’indicazione della velocità).

Si riferiscono ai parametri che influenzano la velocità e l’efficienza con cui la RAM può accedere e trasferire i dati.

  • Cas Latency: E’ il tempo che serve a un modulo di memoria per avere i dati pronti su richiesta del controller di memoria
  • tRCD: Il tempo che serve a leggere la memoria una volta disponibile

  • tRP: Il tempo che serve alla memoria per avere una nuova fila pronta all’uso dei dati

  • tRAS: Tempo minimo richiesto di una fila per essere attiva in modo da assicurare che i dati possano essere accessibili da essa.

NOTA: Mentre la velocità della RAM (misurata in MHz) che è un indicatore importante delle prestazioni, i timing delle memorie influenzano direttamente la latenza e la reattività della RAM. Quindi, anche se due moduli possono avere la stessa velocità dichiarata, le differenze nei timing possono comportare differenze significative nelle prestazioni effettive. In sintesi, per ottenere le massime prestazioni dalla vostra RAM, è consigliabile cercare un equilibrio tra velocità e timing, in basse alle vostre esigenze specifiche e alla configurazione del sistema. 

Crucial Pro RAM DDR4

Perché l’armonia tra SSD e RAM è fondamentale

Immaginate l’SSD come un’autostrada a 8 corsie e la RAM come un parcheggio. Un’autostrada veloce (SSD) è inutile se il parcheggio (RAM) è piccolo; il sistema sarà costretto ad utilizzare la memoria di archiviazione (SSD) come sostituto, rallentando notevolmente le prestazioni, soprattutto durante l’utilizzo di software complessi o multitasking intenso. È come se le auto (dati) si accalcassero in entrata e uscita, creando rallentamenti. Allo stesso modo, una RAM capiente (parcheggio ampio), quindi adatta a gestire più processi contemporaneamente, non verrebbe adeguatamente sfruttata con un SSD lento (autostrada a 2 corsie).

Quanta RAM è necessaria?

La quantità di RAM necessaria dipende dalle esigenze individuali e dall’uso previsto del computer. Vediamo di seguito qualche suggerimento:

  • Utilizzo base (navigazione web, scrittura, email): 4-8 GB.
  • Utilizzo intermedio (software di editing, gaming leggero): 8-16 GB.
  • Utilizzo avanzato (gestione macchine virtuali, creatività professionale, gaming ad alte prestazioni): 16-32 GB o più.
Crucial Pro Ram DDR5

Conclusioni

La scelta tra SSD e RAM dovrebbe essere ponderata in base alle esigenze personali e all’utilizzo previsto del computer. Trovare un equilibrio tra i due componenti è essenziale per garantire un funzionamento ottimale del PC e evitare possibili rallentamenti. Prima di acquistare o aggiornare un nuovo sistema, prendetevi il tempo necessario per comprendere le vostre esigenze e garantire un investimento equilibrato tra SSD e RAM e non ultimo, verificare sul sito del produttore la compatibilità dei moduli di memoria con il vostro sistema.

Crucial BX500

Per chi fosse alla ricerca di uno strumento di supporto per ottenere una panoramica dettagliata del proprio computer, segnalo Speccy, software gratuito targato Piriform (gli stessi creatori di CCleaner).

Funzionalità principali:

  • Informazioni complete sull’hardware:Speccy fornisce informazioni precise su processore, scheda madre, memoria RAM, scheda video, unità di archiviazione, periferiche collegate e tanto altro ancora.
  • Analisi del sistema operativo:Vengono mostrati dettagli sul sistema operativo in uso, come versione, numero di build, codice seriale e data di installazione.
  • Monitoraggio delle temperature:Speccy monitora in tempo reale le temperature di CPU, GPU e chipset, permettendo di identificare eventuali surriscaldamenti.
  • Report dettagliati:È possibile generare report completi in formato HTML, TXT o XML, utili per la condivisione o l’archiviazione delle informazioni.

Continua a leggere

PrecedenteSuccessivo

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *